TRAIProL@c: prodotti innovativi e certificazione garantita nel settore lattiero-caseario

Esigenze

Il contenuto progettuale prende spunto da due attuali esigenze delle aziende lattiero-casearie: da una parte di innovare il paniere prodotti, nel rispetto della tradizione e tipicità siciliana, con la proposizione al consumatore di nuovi prodotti lattiero caseari di elevato valore salutistico, nutrizionale ed organolettico e dall’altra di rispondere operativamente alle richieste, sempre più pressanti, del consumatore di disporre di oggettive garanzie sull’origine, la qualità e la sicurezza della materia prima e del prodotto finito.

Idea Progettuale

Il progetto intende rispondere alle esigenze delle aziende lattiero-casearie proponendosi di:

  • definire, tramite l’impiego del latte ovino della razza Valle del Belice, dei disciplinari di produzione di prodotti innovativi e attivazione delle relative linee di produzioni;
  • realizzare un sistema di certificazione e di tracciabilità oggettivo e tecnologicamente avanzato gestito in modalità SaaS (Software as a Service) e attraverso Web e Mobile App, in grado di “dialogare” con un Network di Sensori (IoT) per il monitoraggio in tempo reale di alcuni parametri specifici della materia prima (Latte della “razza Valle del Belìce” e/o di razze autoctone siciliane) e per l’attuazione del “Marketing di Prossimità” dei prodotti derivati pronti per la vendita al consumatore finale.

Traiprol@c progetto certificazione

Per quanto riguarda i prodotti innovativi le azioni saranno rivolte verso:

  • Latti fermentati prodotti impiegando batteri lattici: 
    • starter comunemente utilizzati per la produzione dello yogurt vaccino
    • probiotici disponibili in forma commerciale liofilizzata 
    • selezionati dalle microflore autoctone del latte crudo.
  • Formaggi a latte pastorizzato prodotti applicando diverse tecnologie al fine di ottenere vari prodotti intercettando le diverse fasce di consumatori
  • Formaggi a latte crudo tale obiettivo prevede la produzione di due tipologie di formaggi a pasta cotta duri: 
    • da grattugia (di tipo “grana”)
    • da taglio (di tipo “svizzero”)

Per quanto riguarda il sistema di certificazione e tracciabilità, il progetto prevede la realizzazione di una piattaforma tecnologica prototipale (software e hardware) che avrà come obiettivo quello di fornire un sistema di certificazione a reale garanzia dell’origine e delle caratteristiche organolettiche della materia prima con cui il prodotto caseario è stato ottenuto.

Questa infrastruttura sarà in grado di gestire flussi informativi di diversa provenienza (dati sulla quantità e qualità del latte, dati sui processi di trasformazione, dati di analisi molecolari sui prodotti lattiero-caseari e di animali delle specifiche razze target), elaborarli secondo algoritmi già definiti e quindi restituire una serie di output informativi e di certificazione sintetizzati su etichetta e agevolmente fruibili da parte del consumatore sia all’atto dell’acquisto che successivamente on line.

Scopri i vantaggi!